I Forum dei giovani

1366298358995

Insieme alla Giornata mondiale della gioventù nasce il Forum internazionale dei giovani: si tratta di un incontro organizzato dal Pontificio Consiglio per i Laici, per la durata di alcuni giorni, a cui sono invitati due giovani delegati di ogni Conferenza Episcopale, oltre ai delegati dei più importanti gruppi, movimenti e associazioni giovanili cattolici.
Insieme a loro un gruppo di ospiti che, in tutto il mondo, lavorano nel campo della pastorale giovanile, seguono con attenzione i lavori come “osservatori” e offrono il loro contributo come “testimoni” del nostro tempo.

I Forum internazionale dei giovani, Buenos Aires, 1987
Questo primo incontro si proponeva come compito l’analisi della realtà giovanile a livello mondiale, attraverso il lavoro di cinque gruppi e la comunicazione delle conclusioni in un’assemblea generale. L’esperienza è positiva, anche se risulta evidente la necessità di un confronto più ampio, di una maggiore rappresentatività (sono meno di 40 i paesi rappresentati) e di più tempo a disposizione: ma il seme è stato gettato.

II Forum internazionale dei giovani, Santiago di Compostela, 1989
Si svolge al collegio “La Barcia”, presso Santiago di Compostela, dal 13 al 15 agosto: più di 200 delegati da 55 paesi del mondo, giovani che venivano da tutti i continenti e portavano il dolore, la gioia, la speranza, l’impegno dei loro paesi di origine, in un clima di condivisione, di semplicità e fraternità, di realismo e di festa.In un clima di Chiesa seriamente impegnata nella trasformazione del mondo e nella costruzione della vera civiltà dell’amore. Ognuna delle tre giornate aveva la propria tematica: “I giovani alla ricerca del senso e della pienezza della vita”, “Cristo incontra i giovani d’oggi” e infine “Annunciare e testimoniare Cristo oggi”.

III Forum internazionale dei giovani, Chestochowa, 1991
“Lo spirito dei figli di Dio, spirito di libertà” è il tema del III Forum. Ai giovani dell’Est, ma anche a tutti i 250
delegati di 74 paesi diversi, il cardinale Pironio pone una questione quanto mai attuale: “Ci domandiamo con onestà: qual è la libertà che i giovani cercano? L’hanno incontrata nel cammino di sofferenza e di speranza sino ad oggi percorso? Quali sono i valori morali e spirituali che possiamo offrire a questi giovani dal nostro Occidente cristiano e ufficialmente libero?”.

IV Forum internazionale dei giovani, Denver, 1993
“Uno sguardo di vita sul mondo”, “Scegliere Cristo, scegliere la vita” e “Insieme per la vita” sono i temi affrontati al IV Forum internazionale dei giovani, svoltosi presso la Regis University di Denver. Cosa significa essere “nati a vita nuova in Gesù Cristo”? Per i giovani delegati significa “utilizzare bene i nostri talenti, al massimo delle nostre capacità, per poter meglio servire la comunità degli uomini, con particolare attenzione ai più deboli, i più poveri e i più vulnerabili tra noi... Di una cosa siamo certi: in Cristo possiamo cambiare il mondo. Ma prima di poter cambiare il mondo, ciascuno di noi deve cambiare il proprio cuore in umiltà”.

V Forum internazionale dei giovani, Manila, 1995
Dal 6 al 10 gennaio il quinto Forum Internazionale della Gioventù si è riunito nell’Università Reale e Pontificia di
Santo Tomàs, la più antica dell’Asia. Sono ormai 105 i paesi rappresentati, oltre a numerose associazioni e movimenti internazionali. La sfida non è facile: l’irresistibile ricerca di Dio ci ha condotti in Asia, il continente più grande e popoloso, dove però i cristiani sono una minoranza. “Essere missionari nel cuore della società” significa qui qualcosa di molto concreto ed impegnativo; significa, per esempio, dialogare con altre religioni come il buddismo, l’islamismo, le religioni tradizionali. Ma, soprattutto, è l’impegno che il Papa affida ai giovani fin da ora, ponendo in loro la sua fiducia e chiedendo un rinnovato impegno nel portare al mondo l’annuncio di salvezza di Gesù.

VI Forum internazionale dei giovani, Parigi, 1997
Si svolge dal 14 al 18 agosto presso l’Ècole Polytecnique, a Palaiseau, venti chilometri da Parigi: una scuola militare trasformata per qualche giorno in scuola di pace, di ascolto e di confronto tra i popoli. Per la prima volta tra i delegati vi sono rappresentanti delle Chiese ortodosse e protestanti: i Paesi presenti salgono a 130, circa 40 le associazioni e i movimenti, per un totale di oltre 400 partecipanti, segno di un crescente interesse suscitato dal Forum. “Voi siete una lettera di Cristo” è il tema affrontato. Come si sottolinea nel messaggio finale: “Abbiamo compreso che ciascuno di noi è una «lettera di Cristo» senza la quale il Signore non può scrivere il suo messaggio d’Amore. Di fronte ai problemi del nostro tempo desideriamo sognare, secondo l’invito del Santo Padre, un Grande Giubileo che aprirà un terzo millennio pieno di speranza”.

VII Forum internazionale dei giovani, Roma, 2000
«Lo dico a tutti: mettiamoci sulle orme di Cristo!»: su questa via tracciata da Giovanni Paolo II si svolge il Forum del Grande Giubileo, dal 12 al 15 agosto dell’anno 2000. Al centro della riflessione la fede: sfida per il terzo millennio, chiave che ci permette di entrare nella vera gioia, fonte di vita e di conversione. Nel messaggio ai giovani di tutto il mondo, i delegati di Roma ricordano che “La fede non è espressione della nostra volontà, è un dono di Dio che agisce nelle nostre vite, un dono che aumenta se condiviso… Cristo, che vive in noi, è la forza che ci rende capaci di essere testimoni viventi per coloro che sono afflitti dalle sofferenze morali della società di cui facciamo parte”. Per la prima volta, i delegati del Forum vengono ricevuti anche da un Capo di Stato, il Presidente della Repubblica italiana, che incontra al Quirinale questi rappresentanti dei milioni di giovani di ogni Paese venuti a Roma nell’anno giubilare.

VIII Forum internazionale dei giovani, Roma, 2004
«I giovani e l’università: testimoniare Cristo nell’ambiente universitario»: questo il tema dell’VIII Forum, che si svolge dal 31 marzo al 4 aprile 2004 a Rocca di Papa (Roma). Due importanti novità caratterizzano questo VIII Forum, che rinnova la sua formula con la scelta di un tema specifico, volto ad approfondire un aspetto concreto della vita dei giovani; inoltre il Forum non si svolge più nel corso della celebrazione internazionale della Giornata mondiale della gioventù, in modo che il Pontificio Consiglio per i Laici possa di seguire l’evento con maggior cura e per coinvolgere i giovani più impegnati nel campo della pastorale.

IX Forum internazionale dei giovani, Roma, 2007
«Testimoniare Cristo nel mondo del lavoro» è il tema del IX Forum, che si svolge dal 28 marzo al 1° aprile 2007 a Rocca di Papa (Roma). Quattro intensi giorni di testimonianze e confronti per indagare il rapporto tra giovani e mondo del lavoro, mettendo in luce le rapide trasformazioni che segnano l’era della globalizzazione, le problematiche e le sfide presenti, analizzando poi nello specifico la dimensione umana del lavoro e il suo significato nella vita dei giovani, per affrontare infine il tema dell’annuncio di Cristo e della testimonianza evangelica nei luoghi di lavoro.

X Forum internazionale dei giovani, Roma, 2010
Il X Forum si è svolto a Rocca di Papa (Roma) dal 24 al 28 marzo 2010 sul tema: «Imparare ad amare».