10 novembre 2017
Associazioni e movimenti

Una storia che continua

L’Azione Cattolica celebra il suo 150° compleanno con un documentario per raccontare “i laici che portano la Chiesa nel mondo”

Quale Azione Cattolica consegnano i 150 anni di storia che l’Associazione ha vissuto dalla sua nascita ad oggi? Con l’intento di fornire una risposta nasce il documentario “L’Azione Cattolica una storia che continua” di Antonia Pillosio, che sarà presentato il 17 novembre a Roma.

In tutti questi anni l’Ac, spiega il presidente nazionale Matteo Truffelli, è cambiata per “rimanere fedele a ciò che era originariamente, un insieme di laici che vogliono condividere la responsabilità di portare la missione evangelizzatrice della Chiesa nel mondo”.

Nella nota diffusa dall’associazione si leggono le parole del segretario di Stato Vaticano, il cardinale Pietro Parolin: “Il Papa riconosce che l’Azione Cattolica ha preso come programma della sua vita e della sua attività le indicazioni che lui ha dato nell’Evangelii gaudium e credo che queste indicazioni si riassumano fondamentalmente nel binomio discepoli e missionari”.

Il racconto – “accompagnato” dai due storici Giovanni Vian e Giorgio Vecchio – parte dai primi passi di vita dell’Associazione che risalgono al 1867, quando due giovani credenti laici, Mario Fani e Giovanni Acquaderni, sentono la responsabilità di farsi carico del difficile contesto storico che stava attraversando la Chiesa in quegli anni e fondano insieme la Società della Gioventù Cattolica, prima cellula dell’Ac di oggi.

Ad arricchire la narrazione, alcuni spunti inediti di Maria Dutto, presidente dell’Azione Cattolica di Milano tra 1976 e 1983, sulla Gioventù Femminile e la figura di Armida Barelli negli anni del dopoguerra.