04 marzo 2018
Associazioni e movimenti

Creare la bellezza per servire la vita

I membri del movimento “Diaconie de la Beauté” incontrano Papa Francesco: “La Chiesa conta su di voi per rendere percepibile la bellezza ineffabile dell’amore di Dio”

“Vi invito  a sviluppare i vostri talenti per contribuire a una conversione ecologica che riconosca l’eminente dignità di ogni persona, il suo valore peculiare, la sua creatività e la sua capacità di promuovere il bene comune. La vostra ricerca della bellezza in ciò che voi create sia animata dal desiderio di servire la bellezza della qualità della vita delle persone, della loro armonia con l’ambiente, dell’incontro e dell’aiuto reciproco”. Sono le parole che qualche giorno fa Papa Francesco ha rivolto ai membri del movimento “Diaconie de la Beauté” ricevendoli nella sala del Concistoro.

Poi, l’incoraggiamento a “promuovere una cultura dell’incontro, a costruire ponti tra le persone, tra i popoli, in un mondo in cui si innalzano ancora tanti muri per paura degli altri”. La Chiesa, ha aggiunto il Papa rivolgendosi ai membri del movimento , “conta su di voi per rendere percepibile la bellezza ineffabile dell’amore di Dio e per permettere a ciascuno di scoprire la bellezza di essere amati da Dio, di essere colmati del suo amore, per vivere di esso e darne testimonianza nell’attenzione agli altri, in particolare a quelli che sono esclusi, feriti, rifiutati nelle nostre società”.

I membri del movimento “Diaconie de la Beauté” hanno anche fatto visita al nostro Dicastero.