08 novembre 2017
Associazioni e movimenti

L’Unione internazionale guide e scout d’Europa in visita al Dicastero

All’incontro con il bureau federale hanno preso parte il segretario padre Awi Mello e don Buontempo

Nei giorni scorsi il segretario del Dicastero padre Alexandre Awi Mello e don Giovanni Buontempo, incaricato per i rapporti con i movimenti ecclesiali e le nuove comunità, hanno incontrato il bureau federale dell’Unione internazionale guide e scout d’Europa - Federazione dello scoutismo europeo (UIGSE – FSE), che, all’inizio di quest’anno, contava 63mila membri provenienti da 21 associazioni della FSE.

All’incontro erano presenti gli attuali membri del bureau federale: Martin Hafner (commissario federale), Tomasz Slyzke (vice presidente), Erik Paris (segretario federale) e padre Boguslaw Migut (assistente religioso federale).

Segno di grande speranza per la Federazione è stato l’avvio dell’attività degli scouts d’Europa in nuovi Paesi europei quali l’Olanda, l’Irlanda e il Regno Unito, nonché l’incoraggiante inizio anche in paesi extra-europei quali Messico, Canada e Stati Uniti, dai quali, pur non essendo europei, sono arrivate insistenti richieste da parte di varie diocesi per poter avere gli scouts d’Europa, a motivo della loro chiara identità cattolica, della sana antropologia che ispira il loro percorso educativo, e per la solida formazione morale impartita ai giovani.

A fine gennaio 2018 si terrà a Roma un importante congresso internazionale degli assistenti spirituali dalla FSE sullo stesso tema del sinodo dei vescovi “I giovani, la fede, il discernimento vocazionale”: il bureau ha espresso il vivo desiderio che il Dicastero sia presente per dare orientamenti e consigli agli oltre 100 sacerdoti che vi parteciperanno. Il bureau federale ha manifestato piena disponibilità a collaborare con il Dicastero e il vivo desiderio di rimanere sempre a servizio di tutta la Chiesa impegnandosi nella formazione cristiana dei giovani e nella nuova evangelizzazione.