12 ottobre 2017
Accademia per la Vita

Vita per immagini

Ai Musei Vaticani un percorso artistico di 12 opere sulla bellezza delle relazioni umane

L’accompagnamento nella sofferenza, la cura del malato e il rapporto tra le generazioni: non sono solo i temi della XXIII Assemblea Generale della Pontificia Accademia per la Vita che ha avuto luogo qualche giorno fa, ma anche un itinerario artistico per contemplare la bellezza delle relazioni umane.

Fino al 5 gennaio 2018 è fruibile un percorso nato dalla collaborazione tra l’Accademia e i Musei Vaticani: si tratta, spiega il presidente della Pav monsignor Vincenzo Paglia, di “una parata di volti e di storie carica di compassione, sapienza e umanità, arricchita da una presentazione artistica curata dai Musei e da un commento scritto da diversi accademici di tutto il mondo: grandi scienziati ed eminenti studiosi che hanno riletto, dal loro qualificato punto di vista, questo reciproco prendersi cura”.

Barbara Jatta, direttrice dei Musei, sottolinea che “è stato selezionato un nucleo di dodici opere che risalgono il corso dei secoli e toccano i nuclei salienti delle collezioni pontificie, dalla statuaria greca e romana passando per Raffaello, Guido Reni e Domenichino ed arrivando agli artisti contemporanei. Queste opere d’arte indurranno il visitatore a scoprire che l’arte sa farsi genuina e, forse, insuperata interprete del desiderio insito nel cuore di ciascuno: quello di non sentirsi soli ma – conclude – inseriti costantemente in una trama di relazioni”.