23 luglio 2018
Ucraina

Cattolici e ortodossi insieme al I Forum della gioventù cattolica

Per la prima volta a Leopoli è stato organizzato un forum con i rappresentanti delle pastorali giovanili cattoliche e ortodosse

I giovani in Ucraina condividono gli stessi sogni ed esperienze, indipendentemente dal fatto che siano cattolici o ortodossi. Innanzitutto desiderano ardentemente stringere relazioni più strette con i rappresentanti della Chiesa: sacerdoti, vescovi, guide spirituali. “Pregano molto per la pace in Ucraina e insieme ai colleghi di altri paesi dimostrano che la loro fede e fratellanza sono al di sopra di ogni guerra o conflitto” - dice p. Michal Wocial, salesiano della Commissione nazionale della gioventù della Conferenza episcopale cattolica in Ucraina.

Il 1° Forum della gioventù cattolica è stato organizzato a Leopoli a giugno. Il raduno, al quale hanno partecipato sacerdoti e dirigenti di tutte le diocesi, mirava a raccogliere opinioni dei giovani sul prossimo Sinodo dei Vescovi e dare vita alla futura cooperazione tra cattolici e ortodossi nel campo della pastorale giovanile.

“Abbiamo scoperto che lavorare insieme per i giovani potrebbe essere un altro modo per rafforzare l'unità tra le nostre Chiese”, aggiunge Wocial.

I partecipanti al 1° Forum della gioventù cattolica hanno trascorso tre giorni pregando per i giovani, condividendo le loro esperienze e cercando i modi migliori per accompagnare i giovani in Ucraina. Sono stati seguiti da Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, Arcivescovo Maggiore della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina e Rev. Eduard Kava, O.F.M. Conv., vescovo ausiliare di Leopoli. Insieme hanno preparato e firmato un documento finale riguardante l'esperienza e le aspettative dei giovani ucraini nei confronti della Chiesa. Hanno manifestato la speranza di ripetere questo tipo di incontri bilaterali in futuro.