22 agosto 2018
Incontro mondiale delle famiglie

Il direttorio familiare della diocesi di Toledo: un’attenzione che va dalle coppie di fidanzati alle famiglie in crisi

Si chiama “Direttorio di servizio della pastorale familiare” ed è una sorta di “vademecum” che la diocesi di Toledo ha predisposto per “accompagnare ogni persona a vivere in pienezza la sua vocazione all’amore”. Un documento che abbraccia una serie di progetti, che vanno dalla preparazione delle giovani coppie di fidanzati fino all’accompagnamento delle famiglie che vivono la realtà della crisi e della separazione. A presentarlo nella seconda sessione del congresso pastorale organizzato a Dublino in occasione dell’Incontro mondiale delle famiglie (21-26 agosto) è stato il Gruppo Santa Teresa, che è nato per accompagnare le donne che hanno subito la separazione o il divorzio. “Seguendo le indicazioni di Papa Francesco, che ci invita ad essere una Chiesa in uscita – spiegano i rappresentanti del gruppo – non dobbiamo dimenticare l’importanza della creatività pastorale attraverso cui trova espressione la gioia del Vangelo”. Come esempio, il Direttorio di Toledo, tiene la Sacra Famiglia di Nazareth, “per aiutare ciascuna famiglia a vivere ciò che Dio ha sognato per lei”. “Famiglie di Emmaus” è il progetto che nasce per le famiglie che desiderano condividere la loro fede. Nato da un’idea della Caritas diocesana e della delegazione di “Famiglia e vita”, propone due incontri mensili (uno formativo e uno ricreativo), nelle strutture della Caritas diocesana. Accompagnati da personale che opera in Caritas e da sacerdoti, questo gruppo di famiglie guida momenti di preghiera, di formazione di vita familiare e realizza diverse iniziative, attraverso le quali si consolidano i rapporti all’interno della famiglia, tra coniugi e con i figli. (contatto: delfamiliayvida@gmail.com e caritas.cdtoledo@caritas.es).

Alle giovani coppie nei loro primi cinque anni di matrimonio è dedicato il progetto “Family Rock”, che nasce per accompagnare le giovani famiglie nei loro primi anni di vita, con l’aiuto di un blog in cui si possono trovare spunti di riflessione, così come iniziative per il tempo libero. Tutte le famiglie che aderiscono al progetto si ritrovano, inoltre, in un incontro annuale aperto a tutte. È un progetto sostanzialmente “virtuale”, dal quale poi, nelle parrocchie, possono anche nascere gruppi di giovani famiglie che si ritrovano a riflettere sui contenuti offerti attraverso “Family Rock”. (contatto: http://familyrock.jimdo.com/familyrocktoledo@gmail.com; Twitter: @FamilyRock_925). C’è poi il “Gruppo Santa Teresa”, che si dedica alla pastorale per le donne separate o divorziate. Obiettivo del progetto è quello di far sperimentare a queste donne, che stanno attraversando un momento difficile della loro vita, la maternità della Chiesa e per far comprendere loro che anche questo loro dolore può essere incontro con il Signore. Il gruppo organizza incontri mensili, generalmente nella parrocchia di S. Giovanni della Croce a Toledo. Gli incontri si aprono con un momento di adorazione del Santissimo, una piccola meditazione e di preghiera silenziosa, cui fanno seguito i Vespri e un momento di dialogo su temi di interesse comune. (contatto: grupodesantateresa@gmail.com). C’è, infine, il progetto “Family Night”, che nasce come progetto di nuova evangelizzazione. I volontari del progetto portano l’annuncio del Kerigma per le strade e invitano le famiglie ad un momento di preghiera in chiesa. (contatto: familiasevangelizadoras@gmail.com).