02 dicembre 2020
Giovani

Da Panama a Lisbona. Chiamati alla sinodalità missionaria

Incontro internazionale online verso la prossima GMG
from Panama to Lisbona.jpg

Le sfide pastorali legate all'emergenza sanitaria attuale, l'approccio sinodale nella pastorale giovanile, la valutazione della GMG di Panama 2019 e le ispirazioni per il cammino verso la GMG di Lisbona 2023 - questi sono stati i temi dell'Incontro internazionale online "Da Panama a Lisbona - Chiamati alla sinodalità missionaria" organizzato dal nostro Dicastero. Dal 18 al 21 novembre, i coordinatori della pastorale giovanile di 100 paesi e 39 movimenti, associazioni e comunità internazionali hanno partecipato insieme – per la prima volta in modo virtuale – ai momenti di condivisione e di preghiera, con l’intenzione di dare un nuovo impulso alla pastorale giovanile e fare insieme un altro passo avanti nell'attuazione del processo sinodale del 2018.

“Spero che ognuno di noi si sforzi al meglio delle proprie capacità per riportare quel grande spirito che abbiamo sperimentato a Panama e nel sinodo dei giovani in tanti modi - ha detto il cardinale Kevin Farrell, prefetto del nostro Dicastero, all'inizio dell'incontro - Dobbiamo guardare a Lisbona come a un nuovo inizio, un vino nuovo per il quale servono otri nuovi (...). Speriamo che a Lisbona la Chiesa e il mondo possano celebrare un ritorno alla vita.”

I 270 partecipanti si sono radunati in quattro sessioni plenarie e, per approfondire alcuni temi, si sono riuniti due volte in piccoli gruppi di lavoro divisi per lingue e fusi orari. Insieme a monsignor José Domingo Ulloa, arcivescovo di Panama, sono tornati ai ricordi e alle esperienze dell’ultima Giornata Mondiale della Gioventù. Guidati da suor Nathalie Becquart, consultrice della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi, hanno discusso su come mettere in pratica l'approccio sinodale nella pastorale giovanile delle chiese locali. Ispirati da una riflessione di suor Alessandra Smerilli, coordinatrice della Task-force Economia della Commissione vaticana per il Covid-19, hanno condiviso le esperienze pastorali degli ultimi mesi di emergenza sanitaria. L'ultimo giorno il patriarca di Lisbona, card. Manuel Clemente, ha rivolto a tutti i partecipanti un cordiale invito a partecipare alla prossima GMG e al cammino di preparazione, e Ana Catarina Andrè e Duarte Ricciardi, rappresentanti del Comitato Organizzatore Locale della GMG di Lisbona 2023, hanno presentato alcune informazioni preliminari sulla prossima Giornata Mondiale della Gioventù. L'incontro si è concluso domenica 22 novembre con la celebrazione della Solennità di Cristo Re, seguita in diretta dalla Basilica Vaticana, alla fine della quale i giovani portoghesi hanno ricevuto dai loro coetanei centroamericani i simboli della GMG – la Croce e la copia dell’icona di Maria Salus Populi Romani – che nei prossimi anni visiteranno le diocesi del Portogallo e altri paesi di lingua portoghese nell’ambito del cammino di preparazione spirituale alla Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona 2023.