26 aprile 2021
Sport

Verso Parigi 2024. La pastorale dello sport in Francia con una missione evangelizzatrice

Il 6 aprile il primo incontro online del gruppo di lavoro
Cattura 2.JPG

In occasione della Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace, stabilita il 6 aprile dalle Nazione Unite, la Conferenza Episcopale Francese ha organizzato un webinar per presentare gli obbiettivi della pastorale dello sport in Francia e dei Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Infatti, quest’anno, e in seguito alla collaborazione con l’ufficio Chiesa e Sport del Dicastero, la Conferenza Episcopale ha creato un gruppo di lavoro “Eglise et Sport” all’interno del Dipartimento Nazionale Famiglia e Società.

Per questo motivo, il responsabile dell’ufficio Chiesa e Sport del Dicastero è stato invitato ad aprire il primo webinar del nuovo ufficio con un saluto di incoraggiamento a tutti i partecipanti. Santiago Pérez de Camino ha voluto ringraziare il gruppo di lavoro “Eglise et Sport” per la collaborazione nella divulgazione del documento “Dare il meglio di sé” e incoraggiarli per il lavoro che stanno portando avanti per rinforzare la pastorale dello sport in Francia ed essere presenti sul territorio.

Nel suo intervento, Pérez de Camino ha ricordato che lo sport è “un mezzo unico di incontro tra persone di tutti i tipi, di formazione umana in valori e virtù cristiane, di evangelizzazione nella società e nello stesso mondo dello sport, e di santificazione per coloro che lo praticano in maniera virtuosa”.

Infine, ha augurato che questa nuova tappa della pastorale sportiva in Francia abbia a cuore questo punto di incontro con il mondo dello sport, aperto alla formazione e all’evangelizzazione, perché l’obbiettivo non è altro che portare Gesù Cristo risorto a tutte le persone che incontriamo.

Tra i relatori, hanno partecipato anche Mons. Dubost, vescovo emerito di Évry-Corbeil-Essonnes e già presidente della Commissione Episcopale Giustizia e Pace della CEF che ha parlato dello sport come mezzo riconosciuto universalmente di sviluppo e promozione della pace.