18 febbraio 2022
Giovani e Laici

Il cardinale Pironio sarà Venerabile

Un Magnificat vivente con un cuore rivolto verso i giovani e i laici
Pironio_servodiDio_web.jpeg

 

Durante l’udienza concessa oggi al cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il Papa ha autorizzato, tra gli altri, la promulgazione dei decreti sulle virtù eroiche del servo di Dio cardinale Edoardo Francesco Pironio.

Il cardinale Pironio era argentino, nato il 3 dicembre 1920 in una famiglia di emigrati italiani, e morì a Roma il 5 febbraio 1998. Nel 1984 fu nominato da papa Giovanni Paolo II Presidente dell’allora Pontificio Consiglio per i Laici. Nel corso del suo mandato scelse tre priorità pastorali: formazione, comunione e partecipazione.

Il cardinale delle Giornate Mondiali della Gioventù

Seguendo e condividendo la preoccupazione di Papa Giovanni Paolo II, operò molto per la promozione e il discernimento dei nuovi Movimenti Ecclesiali, ma il suo cuore era soprattutto rivolto verso i giovani. Il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita vuole ricordare quanto il suo nome sia strettamente legato alle Giornate Mondiali della Gioventù delle quali – si può ben dire - è stato uno degli ideatori principali.

Magnificat! Un amico dei fedeli laici

La sua testimonianza di fede giunse chiara e forte negli ultimi anni di vita quando, gravemente ammalato, offrì le sue sofferenze sempre più acute “per la Chiesa, i sacerdoti, la vita consacrata, i laici, il Papa, la redenzione del mondo”. Così scriveva nel suo Testamento spirituale: “Magnificat! Ringrazio il Signore perché il mio ministero si è svolto quasi sempre, in modo privilegiato, al servizio dei sacerdoti e dei seminaristi, dei religiosi e delle religiose, e ultimamente dei fedeli laici… Rendo grazie a Dio per aver potuto consumare le mie povere forze e talenti nella dedizione ai carissimi laici, l’amicizia e la testimonianza dei quali mi hanno arricchito spiritualmente”.