04 agosto 2017
Spagna

Incontro Internazionale di Famiglia 2017 della CVX

Che le famiglie siano comunità in uscita

Dal 16 al 21 luglio si è tenuto all’Escorial, a Madrid, Spagna, l’International Family Encounter (IFE) che ha visto radunati 80 laici ignaziani della CVX esperti in pastorale familiare provenienti da 30 paesi. L’Incontro è stato organizzato dalla Comunità di Vita Cristiana (CVX) con la collaborazione dell’Instituto Universitario de la Familia, della Pontificia Università Comillas. Il Dicastero dei Laici, la Famiglia e la Vita ha partecipato all’intero Incontro nella persona di Don José Guillermo Gutiérrez.

Il tema dell’IFE è stato "Guardate come si amano: una risposta ignaziana laica alla chiamata di Amoris Laetitia". Infatti, in tutta l’esortazione su “La Gioia dell’Amore”, si percepisce, come in falsa riga, la presenza della spiritualità ignaziana. In modo molto particolare per il rinnovato ruolo centrale che Papa Francesco e i due Sinodi riservano ai grandi temi del discernimento e dell’accompagnamento. Per questo motivo don Guillermo Gutiérrez ha esortato la Comunità di Vita Cristiana nei diversi paesi ad aiutare a conoscere e praticare l’esortazione Amoris Laetitia nella pastorale familiare grazie alla profondità con cui esse vivono come famiglie e come fedeli laici la spiritualità ignaziana.

L’IFE ha condiviso alcuni strumenti sviluppati per la Comunità negli ultimi anni. Una di esse è “el Reloj de la Familia” –l’orologio della famiglia-, creato per la CVX-Spagna con la collaborazione dell’Instituto Universitario de la Familia di Comillas. Negli ultimi tempi questo interessante strumento pastorale si è diffuso nell’America Latina e ora si indirizza al mondo francofono e anglofono. Altra interessante proposta presentata è un gioco da tavolo per le coppie chiamato "Duópolis", ideato dalla CVX-Cile, nel quale i coniugi si rivolgono domande profonde sui diversi aspetti essenziali della loro vita in comune. La Francia a sua volta ha presentato un “portafoglio” di diverse iniziative; una delle quali, molto interessante, è rivolta alle coppie miste formate da credenti e persone scettiche. Queste coppie si radunano fra loro per approfondire la spiritualità condivisa. Un'altra esperienza francese è "Famillie & CO", che aiuta alle famiglie a diventare comunità in uscita, "famiglie in uscita", famiglie aperte, solidarie e trasformatrici della società come chiede Papa Francesco e tutta la Chiesa. Insieme a questi sono state presentati altri strumenti innovativi per una pastorale familiare che già incarna la "creatività missionaria" a cui ci esorta Amoris Laetitia.

Durante l’IFE si è costituita una grande rete internazionale di laici ignaziani specializzati nella pastorale familiare, alla quale pian piano aderiranno i 70 paesi dov’è presente la CVX, con la collaborazione delle università gesuite come Comillas. Questa rete si chiamerà Crear Familia–Creare Famiglia- e offrirà riflessione e formazione circa le chiavi della spiritualità ignaziana per la famiglia, com’è il caso del discernimento o quello che padre Pedro Arrupe, SI chiamava "famiglie per gli altri".

Don Guillermo Gutiérrez, ha esortato ad "aggiungere sempre e mai restare nella Chiesa", con un appello alla partecipazione piena e aperta nella pastorale delle diocesi, sottolineando come la nuova pastorale della famiglia della Chiesa non è una "pastorale dell’imperativo, ma una pastorale dell’indicativo: mostra la bellezza della famiglia; mostra la bellezza della proposta di Gesù, mostra alle famiglie che Dio si trova nel suo cuore".