14 febbraio 2017
Matrimonio

Una nuova corporeità

Il 28 aprile all’Istituto Giovanni Paolo II il IV Colloquio di teologia sacramentaria su “Vincolo coniugale e carattere sacramentale”

“Vincolo coniugale e carattere sacramentale: una nuova corporeità” è il tema del IV colloquio di teologia sacramentaria promosso dal Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per il 28 aprile.

“Obiettivo dell’incontro, organizzato dall’Area Internazionale di Ricerca in Teologia Sacramentaria – spiegano i promotori – è riflettere sul significato del vincolo matrimoniale, fondamento della relazione indissolubile e generativa tra i coniugi.

Si studierà singolarmente il rapporto di questo vincolo con il carattere impresso da alcuni sacramenti, carattere che associa indissolubilmente il fedele al corpo di Cristo.

La riflessione teologica spera di poter illuminare quella pastorale del vincolo coniugale che, secondo l’Amoris laetitia, è al centro di ogni pastorale prematrimoniale e matrimoniale”.

A introdurre la prima sessione dei lavori, incentrata su “Il vincolo coniugale: un nuovo modo di vivere nella carne”, sarà Pierangelo Sequeri, preside dell’Istituto: presiederà Jean Laffitte, prelato del sovrano militare ordine di Malta, e interverranno José Granados dell’Istituto Giovanni Paolo II su “Un nuovo modo di esistere nel corpo: il vincolo coniugale”, Carmine Di Martino dell’Università degli Studi di Milano su “Identità e alterità: la logica del dono e la prova del tempo” e Carlo José Errazuriz, della Pontificia Università della Santa Croce, su “La dimensione di giustizia del vincolo matrimoniale nella Chiesa”.

Alla seconda sessione, su “Accompagnare il vincolo coniugale”, parteciperanno Philippe Vallin dell’Università di Strasburgo per relazionare su “Il vincolo coniugale alla luce della definitività di Cristo”, Luca Pedroli del Pontificio Istituto Biblico su “Una caro (Gen 2,24) e incorporazione a Cristo: il rapporto tra battesimo e matrimonio nella Scrittura” e Monika Grygel del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II su “I vincoli familiari e la costituzione dell’identità personale”.

Per info e approfondimenti: http://www.istitutogp2.it/