23 dicembre 2018
Vita

Nei diritti dell’uomo anche il concepito

Da oltre 40 sigle associative d’ispirazione cristiana un “manifesto” per riconoscere il valore del concepito, espresso attraverso gravidanza e maternità

È attorno al principio scolpito all’articolo 3 (“Ogni individuo ha diritto alla vita”) della Dichiarazione universale dei diritti umani – recentemente ha compiuto 70 anni – che è stato sviluppato un testo sottoposto all’esame di associazioni e realtà ispirate ai valori cristiani e poi integrato facendo tesoro delle numerose indicazioni di chi lo ha condiviso e firmato. Il risultato è un “manifesto” cui hanno aderito 42 sigle associative, aperto a eventuali nuove sottoscrizioni (che possono essere inviate all’indirizzo dedicato dirittiumani.vita@gmail.com).