13 luglio 2020
Famiglia

La spiritualità mariana in famiglia

Intervento di p. Awi Mello al congresso delle famiglie della Comunità Shalom

Padre Alexandre Awi Mello, segretario del Dicastero, ha partecipato al congresso delle famiglie della Comunità Cattolica Shalom che si è tenuto dal 28 al 29 giugno online a causa dell’emergenza sanitaria.

Nel suo intervento, la cui versione integrale è disponibile su YouTube, ha sottolineato come in questo periodo di pandemia la famiglia sia stata messa alla prova e, allo stesso tempo, si sia rivelata una risorsa preziosa.

Ricordando i due messaggi che il Dicastero ha inviato in questo periodo (Una proposta concreta per essere “chiesa domestica”  e  Nella solitudine il coronavirus uccide di più) ha spiegato che “gli anziani, i bambini, gli adolescenti, le persone con disabilità sarebbero stati del tutto trascurati se non avessero avuto una famiglia che si occupasse di loro in questo periodo di pandemia”.

Quella mariana è una via concreta per vivere la spiritualità popolare che, la Evangelii Nuntiandi, il documento di Aparecida ed Evangelii Gaudium descrivono come “spiritualità incarnata nella cultura dei semplici”.

In questo contesto p. Awi Mello ha ricordato la centralità della preghiera mariana del rosario che p. Patrick Peyton ha descritto con queste parole:  “La famiglia è il più grande tesoro della terra. Dio è il più grande tesoro del cielo. Il Rosario è l'anello di acciaio che li unisce nel tempo e per l'eternità”.