05 novembre 2021
GMG

P. Awi Mello: i giovani sono la forza della Chiesa

Intervista di Exaudi News al Segretario del Dicastero a ridosso della GMG diocesana del 21 novembre prossimo
awi-mello_Orientamenti GMG2021.jpg

 

“I giovani sono l’‘adesso di Dio e la forza della Chiesa” dice padre Alexandre Awi Mello, segretario del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, presentando la prossima Giornata mondiale della Gioventù 2023 a Lisbona, che “va avanti con grande entusiasmo”.

Exaudi News, con Larissa Lopez, conversa con padre Alexandre Awi Mello, dei Padri di Schönstatt, sul suo lavoro in Vaticano, sull’Anno della Famiglia Amoris Laetitia e i preparativi del prossimo incontro mondiale delle famiglie nel 2022 e della GMG di Lisbona.

 

Exaudi: Ci racconti come ha conosciuto Papa Francesco.

Padre Alexandre: Ci siamo conosciuti durante la V Conferenza del Consiglio episcopale Latinoamericano (CELAM) nel santuario di Nostra Signora di Aparecida, nel maggio 2007. Lui fu eletto presidente della Commissione di redazione del documento finale di quell’importante evento della Chiesa latinoamericana. Un altro sacerdote e io eravamo stati designati per aiutare quella commissione nei servizi di segreteria. Così abbiamo lavorato insieme nei giorni della Conferenza.

 

 

Exaudi: Ci spieghi qual è il suo lavoro come segretario del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

Padre Alexandre: La mia funzione è di coordinamento esecutivo delle diverse aree di lavoro del Dicastero, che è frutto della fusione di due Pontifici Consigli: quello dei laici e quello della famiglia. Siamo al servizio del Papa in diverse aree pastorali, come dice il nostro statuto: “La promozione della vita e dell’apostolato dei fedeli laici, nella pastorale dei giovani, della famiglia e della sua missione, in accordo con il piano di Dio e nella tutela e nel sostegno della vita umana” (Art. 1). Per conoscere la nostra missione si può vedere lo statuto: Lo Statuto (laityfamilylife.va)

 

 

Exaudi: Per le persone che non conoscono il Dicastero e le sue funzioni, può raccontarci qual è la usa importanza e il suo lavoro in Vaticano?

Padre Alexandre: Ogni Dicastero della Curia romana ha la missione di collaborare con il S. Padre nella cura dei diversi gruppi di fedeli e delle diverse aree in cui opera la Chiesa. Così, c’è un Dicastero per accompagnare i temi relativi ai vescovi, un altro per il clero, un altro per l’educazione cattolica, un altro per l’evangelizzazione ecc. Il nostro si occupa di una grande porzione della Chiesa, dato che i laici, e in particolare le famiglie, sono la gran maggioranza del Popolo di Dio. Ci occupiamo anche del diritto associativo dei laici a livello internazionale, esercitando una funzione di accompagnamento delle associazioni internazionali di fedeli. Una descrizione dettagliata del nostro lavoro si può trovare in un recente reportage di Vatican News.

 

 

Exaudi: Siamo in pieno Anno della Famiglia Amoris Laetitia, che il S. Padre ha definito come “un anno speciale per crescere nell’amore familiare”. Parliamo di qualcuna delle proposte spirituali, pastorali e culturali che si stanno portando avanti nel mondo e di cui il Dicastero è informato.

Padre Alexandre: A cinque anni dalla pubblicazione dell’esortazione, molte conferenze episcopali, diocesi e parrocchie hanno preso sul serio l’invito del Papa di ravvivare il fuoco di questa lettera di amore alle famiglie, frutto di due Sinodi e di un intenso lavoro di ascolto e riflessione pastorale. Per il lavoro concreto della Pastorale familiare si stanno rivedendo molti materiali e diverse iniziative stanno dando nuova vita al messaggio dell’esortazione. Il Dicastero ha realizzato 12 linee di azione per “camminare con le famiglie” in questo anno: In cammino con le famiglie Le attività di questo anno si trovano sul nostro sito web Amoris Laetitia (laityfamilylife.va) Lì si raccolgono anche diverse iniziative delle Conferenze episcopali, dei movimenti internazionali e del mondo accademico.

Anche se non possiamo seguirle tutte, abbiamo informazioni di varie iniziative interessanti e creative da parte di molte diocesi e movimenti ecclesiastici in diverse parti del mondo.

 

 

Exaudi: Tra gli obiettivi di questo Anno della Famiglia c’è quello di “diffondere il contenuto dell’esortazione apostolica”. Cosa direbbe alle persone perché siano incoraggiate a leggerla e a diffonderla?

Padre Alexandre: In un tempo di così tante sfide per la famiglia, Amoris Laetitia è frutto di un lungo processo di riflessione sinodale: famiglie, vescovi e Papa hanno camminato insieme, guidati dallo Spirito Santo per dare risposte adeguate alle necessità delle famiglie del nostro tempo. Se qualcuno non riesce a leggere tutto il testo, gli suggerisco almeno di vedere i video che il Papa ha preparato, insieme a famiglie di tutto il mondo, spiegando i temi centrali dell’esortazione. Ogni video è accompagnato da un sussidio con brevi riflessioni e domande da elaborare in famiglia, in parrocchia o individualmente: 10 Video Amoris Laetitia (laityfamilylife.va) Vale la pena scoprire la bellezza di questa esortazione, rafforzando l’amore e il servizio alle famiglie. Mi ha attirato molto l’attenzione il fatto che la commissione di pastorale familiare del Costa Rica abbia avviato un programma radiofonico per approfondire questi sussidi. Sono strumenti utili per ogni contesto e realtà e valide per futuri approfondimenti, dopo la chiusura di questo anno speciale.

 

 

Exaudi: Ci racconti come stanno andando i preparativi per il prossimo incontro mondiale delle famiglie del 2022 e della GMG di Lisbona nel 2023. Quali sono le speranze e le aspettative posti in questi due eventi?

Padre Alexandre: Il prossimo incontro mondiale delle famiglie avrà una modalità inedita: pochi delegati a Roma e, parallelamente, migliaia di famiglie nelle diocesi di tutto il mondo che lo celebreranno con il loro vescovo. È stata l’indicazione del Papa: Papa Francesco presenta il X Incontro mondiale delle Famiglie #WMOF2022 – YouTube.

Sarà, pertanto, un incontro veramente mondiale. L’aspettativa è che molte famiglie partecipino a livello locale e invitino soprattutto le famiglie più lontane dalla Chiesa a questa grande festa, che vuole testimoniare “l’amore familiare: vocazione e cammino di santità” che è il tema dell’incontro, il cui sito web è stato lanciato da poco: World Meeting of Families 2022 Rome – #WMOF22 (romefamily2022.com)

La preparazione della Giornata mondiale della Gioventù del 2023 a Lisbona prosegue con altrettanto entusiasmo. Tutto si sta organizzando perché sia un evento prevalentemente in presenza, come le edizioni precedenti. L’aspettativa è che segni la ripresa delle attività normali, dopo il lungo periodo della pandemia. I giovani sono l’“adesso di Dio” e la forza della Chiesa. Per questo, da poco il Dicastero ha lanciato anche alcuni importanti orientamenti per la celebrazione annuale della GMG a livello diocesano, che a partire da quest’anno si terrà nella Solennità di Cristo Re: Download (laityfamilylife.va)