14 dicembre 2016

L’entusiasmo di Panama in vista della GMG

È stato l’entusiasmo la nota dominante della visita della delegazione del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, guidata dal card. Farrell, a Panama in vista della prossima Giornata Mondiale della Gioventù del 2019.

L’attesa dell’evento è già molto sentita in tutte le componenti della società del piccolo paese centroamericano che si fregia di essere il primo dove papa Francesco ha scelto di celebrare la GMG. Tutti gli incontri, con i giovani, con la chiesa locale, con le istituzioni, sono stati pervasi da un clima di grande entusiasmo e di attesa di quello che tutti immaginano essere un evento importante per la chiesa locale, ma anche per tutto il Paese.

Panama è destinata ad unire: il Nord e il Sud del continente americano, ma anche l’Est e l’Ovest dei due oceani che si uniscono nel canale recentemente ampliato. È una vocazione che il card. Farrell ha sottolineato più volte, aggiungendo che “allo stesso modo in cui la prima evangelizzazione dell’America è partita da Panama, dove è stata celebrata la prima messa sulla terrra ferma americana, così la GMG può essere l’occasione per una nuova stagione di evangelizzazione”.

Durante la permanenza a Panama la delegazione del Dicastero ha discusso con il Comitato Organizzatore Locale le prime questioni di carattere logistico, visitando – accompagnati dal Presidente della Repubblica – alcuni dei luoghi dove si potrebbero svolgere gli eventi principali della GMG. L’arcivescovo di Panama, mons. Ulloa, ha inoltre assicurato che le giornate nelle diocesi, che precedono la GMG, saranno organizzate in collaborazione con il Costa Rica e, probabilmente, altri Paesi centroamiericani.