23 novembre 2017
Movimenti e associazioni

Il carisma fecondo della Comunità dell’Emmanuele

Il cardinale Farrell celebra a Roma una Messa di ringraziamento per l’associazione nata in Francia oltre quarant’anni fa e per i frutti copiosi che genera nella Chiesa

È stata una messa di ringraziamento quella che il cardinale Farrell, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, ha celebrato ieri a Roma, nella chiesa di San Lorenzo in Piscibus, per la Comunità dell’Emmanuele, associazione internazionale di fedeli riconosciuta dall’allora Pontificio Consiglio per i Laici nel 1992. Un ringraziamento per una realtà che produce molti frutti: di missione, di vocazioni, di sviluppi in nuovi paesi che dicono la fecondità di un carisma nato oltre quarant’anni fa in Francia.

La celebrazione è stata organizzata in occasione dell’approvazione di modifiche agli Statuti della Comunità che si sono rese necessarie a seguito dell’erezione dell’Associazione clericale della Comunità dell’Emmanuele da parte della Congregazione per il Clero, lo scorso 15 agosto.

Sono circa 250 i sacerdoti membri della Comunità dell’Emmanuele, finora tutti incardinati nelle diocesi a servizio della missione delle Chiese locali. Il nuovo assetto giuridico dell’associazione di fedeli e la nascita dell’associazione clericale permettono una maggiore integrazione dei sacerdoti membri della Comunità nella sua vita e nel suo apostolato, con la possibilità che ora ha l’associazione clericale di incardinare membri della Comunità nell’associazione clericale stessa. Gli statuti di entrambe le associazioni prevedono un singolo organismo di comunione che permette e coordina la collaborazione delle due distinte realtà per l’unica missione.

A partire dal brano del Vangelo proclamato nella Messa del giorno, il cardinale ha esortato i presenti – tra cui il moderatore generale attuale della Comunità, Laurent Landete, membri del Consiglio e numerosi sacerdoti – a utilizzare bene la “moneta” consegnata, per creare sempre altra ricchezza: “Il vostro carisma è questa moneta! L’esperienza dell’amore di Dio è questa moneta! La vostra fede nella reale presenza del ‘Dio con noi’ è questa moneta! L’ardore missionario che Dio ha acceso nei vostri cuori è questa moneta!”. Ed ha concluso con la preghiera per avere “la grazia di essere amministratori buoni e fedeli delle sue ricchezze”.

Thanksgiving Mass for Emmanuel Community - 22 Nov 2017