27 giugno 2017
Attività del Dicastero

L’arcidiocesi di Toledo presenta al Dicastero progetti di pastorale familiare

Il Gruppo S. Teresa: un aiuto per donne separate, divorziate o abbandonate dal coniuge

La mattina del 26 giugno c’è stato un incontro tra il Dicastero per i Laici, Famiglia e Vita e l’arcidiocesi di Toledo (Spagna).

Sua Ecc.za Mons. Braulio Rodriguez Plaza, arcivescovo di Toledo, accompagnante di un gruppo di fedeli laici e sacerdoti, ha illustrato al Cardinale Farrell, Prefetto del Dicastero vaticano, i progetti e le attività seguiti dalla pastorale familiare toledana. Don Miguel Garrigòs ha spiegato dettagliatamente le multiformi attività di tale delegazione arcidiocesana. Progetti che sono indirizzati a tutte le età e situazioni.

Tra queste spicca il gruppo Santa Teresa che, come ha spiegato brevemente, si occupa di aiutare donne separate, divorziate o abbandonate dal proprio coniuge.

Alcune delle signore hanno condiviso delle esperienze di vita e di testimonianza alla vita ed alla fede; soffermandosi su come sono state e sono aiutate nella propria situazione presente dalla chiesa, in condizioni per nulla facili. Con molta gratitudine ed emozione hanno presentato un cammino di fede cristiana rinnovato grazie alla presenza dell’arcivescovo e dei suoi collaboratori per la delegazione della famiglia.

Tale cammino ha permesso di rinascere alla vita cristiana, sperimentando la misericordia e come hanno imparato a perdonare le gravi offese sofferte. In seguito alla lettura di Amoris laetitiae (A.L.) sono rimaste toccate dallo sguardo di misericordia che il papa offre nell’Esortazione apostolica post-sinodale ed invita ad aprirsi a tutti i battezzati che potrebbero sentirsi lontano dalla chiesa.

Le donne che hanno parlato hanno sottolineato l’importanza dell’“accompagnamento” sul quale A.L. insiste. Inoltre, affermavano di essere state accompagnate in tutti i momenti di sofferenza e sono rimaste in gran parte guarite; sono rinate all’Amore di Dio e, attraverso la Chiesa ed i suoi pastori, hanno sperimentato vivamente l’amore di Dio.

Hanno anche preso la parola alcuni sacerdoti per spiegare come la pastorale familiare lavora a stretto contatto con la pastorale sociale, soprattutto con la Caritas diocesana, visto che le situazioni descritte producono drammi anche dal punto di vista economico e finanziario.
La diocesi esce incontro anche nel campo materiale quando molte donne hanno serie difficoltà a crescere i propri figli.

Appunto questo amore per i figli, hanno dichiarato, è stata la forza che ha fatto loro cambiare vita e, così sperimentare l’amore della chiesa. A tale riguardo, esse sono inserite nella vita della chiesa e desiderano essere validi strumenti per aiutare altre donne in tali situazioni, affinché possano conoscere la sollecitudine materna della Chiesa.

Il Signor Arcivescovo ha ringraziato vivamente l’accoglienza sentita da parte del Cardinale Farrell e Mons. Simón ed ha assicurato una numerosa presenza a Dublino di suoi diocesani.

Il prefetto del Dicastero, da parte sua, ha ringraziato sentitamente per la bellezza del progetto e dell’iniziativa S. Teresa esprimendo il desiderio che tale progetto pilota sia presentato al prossimo Incontro Mondiale per le Famiglie.

Alla fine, l’arcivescovo Rodriguez Plaza con grande gioia ha detto che sarebbero stati ricevuti quella stessa sera dal Santo Padre che si era dimostrato molto interessato e contento del progetto S. Teresa.

 

Visit of the Archdiocese of Toledo - Spain-003