12 aprile 2017
#Krakow2Panama

La croce delle Gmg passa dai giovani polacchi ai panamensi

Concluso l’Incontro sulle Gmg organizzato in collaborazione con il Sinodo dei Vescovi
17663523_1892830634339219_8368660118883008512_n-300x300.jpg

“Una celebrazione con un doppio sapore”, quella che ha avuto luogo in piazza San Pietro il 9 aprile, Domenica delle Palme, quando papa Francesco ha aperto la Settimana Santa con la Messa nella Passione del Signore. Un sapore “dolce e amaro” insieme, una celebrazione “gioiosa e dolorosa”, perché ci fa rivivere la festa improvvisata dai discepoli di Gesù che lo acclamano all’ingresso a Gerusalemme come re, e allo stesso tempo la via dolorosa della sua passione e morte.

Un dolce e amaro, una gioia e un dolore ben presenti in piazza San Pietro, dove erano numerosi i giovani presenti, insieme a tutti i delegati dell’incontro “Da Cracovia a Panama. Il Sinodo in cammino con i giovani”, che si è concluso con questa celebrazione. Un evento di cui si può già fare un bilancio positivo per come si è svolto, per i giovani coinvolti, per la collaborazione con la Segreteria del Sinodo dei Vescovi, per la risonanza sui media. Domenica mattina l’hashtag #Krakow2Panama, lanciato dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita per l’Incontro, ha raggiunto, in Polonia, il 6° posto tra quelli più utilizzati.

 

#krakow2panama #m0040 #pjlatinoamericana #pjAndina #PJNEcuador #synodo saludos

Un post condiviso da Marco Muñoz (@marco0040) in data:

La nota dolce e gioiosa della celebrazione in piazza San Pietro è stata data proprio dal vedere che ci sono giovani che seguono Gesù, e si impegnano seguendo il suo esempio. L’amaro e il dolore del racconto della Passione del Signore, invece, è stato reso ancor più vivo all’Angelus, quando papa Francesco ha pregato, oltre che per le vittime del recente attentato a Stoccolma, anche per quelle delle stragi in Egitto avvenute proprio in quelle ore.

Ma il cammino dei giovani procede, con lo sguardo della Chiesa su di loro e il suo orecchio che vuole farsi attento alla loro voce, in questo tempo di preparazione all’Assemblea del Sinodo dei vescovi del 2018 sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, un evento che darà il tono a tutta la preparazione della prossima Giornata. Al termine della Messa, la croce delle Gmg, pellegrina tra i continenti insieme all’immagine di Maria Salus Populi Romani, è stata affidata dai giovani di Cracovia a quelli di Panama, al canto della corale che proclamava: “Nostra gloria è la croce di Cristo, in lei la vittoria!”. Nel secondo semestre di quest’anno comincerà il suo viaggio tra i giovani del Centroamerica.