03 dicembre 2017
Testimonianza

Quella grazia ricevuta alla Gmg di Cracovia

La storia di Evelyn e Rolando, e della loro piccola Lourdes nata grazie all’intercessione di san Giovanni Paolo II

Sono innumerevoli i frutti che molti giovani pellegrini raccontano di aver colto nelle varie edizioni della Gmg in giro per il mondo, ma quando abbiamo conosciuto questa storia, ci siamo detti: perché non chiedere a Evelyn di scriverla per il nostro sito? “Certo che ve la scrivo!”, ci ha risposto, “Le opere del Signore vanno proclamate!”.

Evelyn, giovane salvadoregna da lungo tempo impegnata nella pastorale giovanile del suo paese, si è sposata nel 2014, ma dopo qualche mese di matrimonio, costatando che non riusciva a rimanere incinta, decise con il marito di investigare a fondo, per capire se ci fossero impedimenti seri ad una gravidanza. Dalle varie analisi, fu loro diagnosticata una infertilità tale da rendere praticamente impossibile una gravidanza. Nel 2016, partendo per la Gmg di Cracovia, ricevettero “la grande benedizione”, racconta Evelyn, “di passare le Giornate nelle Diocesi a Wadowice, la città di san Giovanni Paolo II”.

Pregando davanti al fonte battesimale della chiesa, proprio dove il santo Papa ricevette il battesimo, profondamente commossi, decisero di offrire tutto quanto avrebbero vissuto con la Gmg per chiedere la grazia della fecondità. “Ogni passo che facevamo, ogni luogo che visitavamo, era per chiedere al Santo il suo aiuto”, ricorda Evelyn.

Il 1° novembre successivo Evelyn seppe di essere incinta. “È un miracolo!”, si dissero.

La bambina, Lourdes Antonella, ha ora quattro mesi.

“Quanto è grande Dio”, scrive Rolando, “per averci donato la piccola, l’anno dopo aver tanto pregato, proprio nel giorno dell’anniversario del nostro matrimonio… Grazie, san Giovanni Paolo II, per la tua intercessione!”.

Davanti al fonte battesimale di san Giovanni Paolo II