23 agosto 2018
Dublino: Angelo e Caterina Russo

Imparare ad essere nonni

Una coppia di sessantenni da Napoli, 35 anni di matrimonio; a loro il racconto di come “Trasmettere la fede tra le generazioni: il ruolo dei nonni”

Bastano pochi tratti per ammirare un quadro sulla bellezza di una famiglia cristiana: “Nella nostra vita abbiamo sempre messo Dio al primo posto e questo ci ha motivato a dedicarci, fin dagli inizi del nostro matrimonio, alla cura della nostra famiglia, di quelle dei nostri parenti ma anche delle famiglie del nostro quartiere e della nostra parrocchia. Negli ultimi anni il nostro Vescovo, il Cardinale Sepe ci ha chiesto di seguire come coppia responsabile dell’Ufficio Famiglia e Vita la pastorale familiare della nostra diocesi”. Essere nonni è essere genitori due volte: “stiamo imparando ad essere nonni”, sempre alla luce del vangelo.

“Avere di nuovo un bimbo fra le braccia, dopo tanti anni, sentire che è nostra discendenza, che è parte della famiglia da noi fondata, ma nello stesso tempo doverlo manifestare con discrezione per non essere troppo invadenti e suscitare gelosie nei genitori, è un’emozione ed una sfida unica. Non è facile frenare l’esuberanza di offrire suggerimenti per la sua educazione, ma la saggezza della nostra età, unitamente alla complicità sempre presente nella nostra coppia, ci sta suggerendo nuove forme di affetto e vicinanza”.

Essere nonni, come dice Papa Francesco, è una vocazione: “La vita dei nostri figli oggi è molto complicata, e frenetica, spesso non ha spazio per la trasmissione della fede, ma noi nonni possiamo e dobbiamo aiutarli anche in questo… Il nonno deve essere colui che ascolta, media, promuove, incoraggia, rinfranca e sostiene, nella vita familiare, sociale ed ecclesiale. In questo modo diventa un importante e discreto punto di riferimento per le future generazioni che hanno tanto desiderio di coerenza e di testimonianza, in particolare nella Chiesa, e sono alla ricerca del Dio vero”.

Per i nonni italiani, infine, una indicazione: “Alcune buone pratiche ed un terreno di confronto virtuale può essere il sito www.noinonni.it” .