21 maggio 2018
Santa Sede

WMOF, Papa Francesco concede il dono delle indulgenze

Un decreto della Penitenzieria Apostolica spiega le condizioni per l’indulgenza concessa in occasione dell’Incontro mondiale delle famiglie di Dublino

Papa Francesco concederà il dono delle indulgenze ai fedeli in occasione del IX Incontro mondiale delle famiglie.

Lo rende noto la Penitenzieria Apostolica con un decreto emanato oggi nel quale si legge che l’indulgenza plenaria viene concessa “alle solite condizioni (confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiere secondo le intenzioni del Santo Padre) ai fedeli che, con l’animo distaccato da qualsiasi peccato, devotamente parteciperanno a qualche funzione” durante l’Incontro, “nonché alla sua solenne conclusione”, in presenza di Papa Francesco

Coloro che sono impossibilitati a partecipare all’evento – si legge ancora – potranno conseguire l’indulgenza alle stesse condizioni se, “uniti spiritualmente ai fedeli presenti a Dublino, reciteranno in famiglia il Padre Nostro, il Credo e altre devote orazioni per invocare dalla Divina Misericordia le finalità sopra indicate, particolarmente, quando le parole del Pontefice verranno trasmesse per televisione e per radio”.

Infine, si legge nelle ultime righe del decreto, “si concede l’indulgenza parziale ai fedeli ogni qualvolta, con cuore contrito, nel tempo indicato pregheranno per il bene delle famiglie”.

Attualmente, sono circa 22mila le persone registrate all’Incontro: provengono da 103 nazioni e per la metà arriveranno da fuori Irlanda. Con il 28% dei registrati under 18, questo WMOF si configura come quello con più alto tasso di giovani.

I volontari già in formazione sono 3500; migliaia di richieste di preghiera vengono raccolte mentre l'icona ufficiale WMOF 2018 continua a viaggiare per tutte le diocesi d'Irlanda; infine centinaia di comunità internazionali di suore di clausura promettono di pregare per tutti i partecipanti all’Incontro.