26 novembre 2020
Movimenti e associazioni

Don Piergiorgio Perini e le Cellule di evangelizzazione

Un ricordo grato di un parroco “infiammato” dal Vangelo e che ha saputo trasmettere a tanti parrocchiani, e non, la gioia di evangelizzare
DonPiGiPeriniPapaFrancesco.jpeg

Ad una settimana dalla sua morte, avvenuta il 19 novembre scorso, il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita vuole dedicare un ricordo a don Piergiorgio Perini, a tutti noto come don Pi.Gi., credente convinto, sacerdote appassionato, uomo di Chiesa, iniziatore del Sistema delle Cellule parrocchiali di evangelizzazione, diffuso in vari paesi del mondo.

Don Pi.Gi. ha saputo adattare e sviluppare in modo creativo ed efficace un’esperienza pastorale, quella delle cellule di evangelizzazione, da lui conosciuta negli Stati Uniti, nella quale riconobbe una vera e propria chiamata del Signore ad iniziare nella sua parrocchia una pastorale rinnovata, con una nuova radicale apertura missionaria.

Don Pi.Gi. ha fatto così scoprire a tante persone la bellezza e la gioia di evangelizzare come parte integrante della propria fede. Era convinto, inoltre, che per ogni sacerdote fosse di fondamentale importanza dedicarsi con tutte le proprie energie all’edificazione della comunità.

La realtà ecclesiale creata da don Pi.Gi., dunque, proprio attraverso il ruolo di mediazione e di guida del parroco, è riuscita a coniugare bene l’aspetto di “movimento laicale”, rivolto ai laici e portato avanti principalmente da laici, con la dimensione parrocchiale che tutt’ora rimane, in gran parte del mondo, il volto della Chiesa più prossimo alla gente comune.

Affidiamo al Signore, nella nostra preghiera, don Pi.Gi., che nei suoi 90 anni di vita e nei suoi 65 anni di sacerdozio è stato un testimone appassionato di Gesù e del Vangelo.