31 luglio 2020
Famiglia

Un bene relazionale che traina il sistema economico

Il video-intervento del sottosegretario Gambino in preparazione all’Economy of Francis

La famiglia coniugale, con la stabilità e la certezza che conferisce ai suoi membri, richiede di essere sostenuta con forza dallo Stato, in quanto institutum, fondamento della società, condizione fondante ogni altra possibilità di sviluppo della persona umana nella sua dimensione sociale.

Con queste parole, il sottosegretario del Dicastero, Gabriella Gambino, ha rivolto il suo messaggio ai partecipanti al Villaggio tematico “Politiche per la felicità”, preparatorio all’evento Economy of Francis, che si sta svolgendo online con la partecipazione di giovani di ogni parte del mondo.

Nel videomessaggio, Gambino ha espresso l’urgenza di custodire - all’interno di ogni sistema economico - la famiglia, in quanto bene relazionale capace di generare “atteggiamenti virtuosi all’interno del mercato, come la condivisione e la solidarietà tra le generazioni, rendendosi produttrice di servizi”. “Essa è una forza trainante (driving force) del sistema economico”.

Di fronte agli effetti devastanti della pandemia che stiamo vivendo, tutto il mondo deve ritrovarsi unito nell’affrontarne le conseguenze economiche, sociali, umane, con creatività e iniziative virtuose. La famiglia, in particolare, “è stata l’ammortizzatore che ha assorbito sulle sue spalle le conseguenze umane ed economiche più pesanti della crisi” e, ha continuato Gambino, può diventare “il principale motore capace di generare stabilità, sicurezza, atteggiamenti solidali e gratuiti, che possono alimentare virtuosamente il sistema economico”.