27 febbraio 2022
Laici

Il ruolo dei laici e la “corrente di grazia” nell’evangelizzazione

Il Prefetto e il Segretario del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita hanno partecipato al corso online promosso dall’arcidiocesi di Rio de Janeiro ai vescovi del Brasile
Vescovi Brasile.jpeg

 

Il Corso ai Vescovi è un incontro di studio, aggiornamento e condivisione, organizzato dall’Arcidiocesi di Rio de Janeiro e che si svolge ogni anno nel mese di gennaio, con la partecipazione dei vescovi del Brasile.

Il ruolo dei laici nell’attuale momento dell’evangelizzazione

Quest’anno, il Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, il Cardinale Kevin Farrell, ha partecipato al corso da remoto. Nella sua presentazione, Farrell ha approfondito il tema del ruolo dei laici nella Chiesa, con speciale riferimento all’evangelizzazione.

Per capirne l’importanza, il Prefetto ha invitato i vescovi del Brasile a riflettere sul ruolo dei laici, ponendo una semplice domanda: «cosa possono fare da soli i ministri ordinati? E cosa possono fare da soli i laici?».

Il Prefetto ha, dunque, risposto a queste domande citando le parole di Papa Francesco: «Se il cuore dell’identità del sacerdote sta nel consacrare il pane eucaristico, il centro della missione laicale consiste nel consacrare il mondo secondo il progetto di Dio.» (Prefazione al libro di S.E.R. Fabio Fabene, Sinfonia di ministeri. Una rinnovata presenza dei laici nella Chiesa, Libreria Editrice Vaticana - Edizioni San Paolo, Città del Vaticano - Cinisello Balsamo, Milano, 2020)

Dando continuità al suo discorso, il cardinale ha approfondito l’aspetto dell’identità e della missione dei laici. Essi, toccati dalla grazia che Cristo dona loro nei sacramenti, illuminati e fortificati dalla Parola ascoltata, «vanno» nel mondo e lo trasformano con la loro stessa presenza. La loro missione non si limita solo ad alcuni territori, ma si estende ad ogni regione della terra e ad ogni settore della società. E soprattutto passa principalmente attraverso la testimonianza della vita. «Vivere da cristiani, già è evangelizzare!», ha detto il prefetto del Dicastero.

Il Rinnovamento Carismatico, CHARIS e le Nuove Comunità

Nel corso dell’incontro online, p. Alexandre Awi Mello, Segretario del Dicastero, ha presentato le nuove realtà carismatiche, frutto di «un tempo nuovo nello Spirito». In modo molto concreto, ha riflettuto insieme ai vescovi sul Rinnovamento Carismatico, su CHARIS e le Nuove Comunità.

«Papa Francesco considera la realtà del Rinnovamento Carismatico non come un'associazione o un movimento ecclesiale, ma come una corrente di grazia», ha ricordato p. Awi Mello ai vescovi. Mentre un'associazione o movimento ecclesiale propone semplicemente un cammino di crescita nella vita cristiana tra i tanti cammini possibili, una corrente di grazia nella Chiesa è molto diversa ed è questo ciò che caratterizza il Rinnovamento Carismatico. L'esperienza del Battesimo nello Spirito Santo. In questo senso, «il Rinnovamento è una corrente di grazia di cui tutti possono beneficiare», ha detto p. Alexandre.

Alla fine del suo intervento, il Segretario del Dicastero ha concluso ribadendo che questo ci aiuta a «capire che il Rinnovamento Carismatico Cattolico non appartiene ai suoi membri, ma alla Chiesa tutta».