06 ottobre 2017
Accademia per la Vita

Accompagnare la vita

Workshop su bioetica e tecnologia, mons. Paglia: “Al centro l’alleanza uomo-donna”

Ieri, nell’Aula nuova del Sinodo, è stato inaugurato il workshop promosso dalla Pontificia Accademia per la vita, incentrato sul tema “Accompagnare la vita. Nuove responsabilità nell’era tecnologica”. I lavori si sono aperti all’interno dell’Assemblea generale dei membri e all’indomani del Consiglio  direttivo, tra i cui membri nominati dal Papa, c’è il delegato del nostro Dicastero mons. Carlos Simon Vazquez.

A proposito, il presidente della PAV mons. Vincenzo Paglia ha evidenziato come “la connessione strutturale dell’Accademia con il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita e con il Pontificio Istituto teologico per le scienze del matrimonio e della famiglia iscrive la questione della vita nel più ampio solco della questione antropologica. Nell’orizzonte di una tale riflessione antropologica, risulta oggi di importanza decisiva l’alleanza uomo-donna e il collegato riferimento alla corporeità maschile e femminile.

In questa prospettiva – ha aggiunto – anche le questioni proprie della bioetica vengono situate in più articolato contesto e assumono un nuovo respiro”.

Della difficoltà di accettare i limiti ha parlato il filosofo morale Adriano Pessina: “In un mondo in cui ciò che è possibile diventa anche doveroso, accettare il limite è considerato una crudeltà, rinunciare in nome del bene altrui è una rassegnazione immorale”. Secondo Pessina, queste convinzioni vanno combattute, “sì in dialogo con tutti, ma anche a costo di essere politicamente scorretti”.

Sulla fecondazione assistita si è soffermata Helen Watt dell’Anscombe Bioethics Centre di Oxford (Regno Unito), evidenziando che “i figli devono sapere chi sono e da dove vengono”. È importante, ha sottolineato, “distinguere tra il grande valore e la dignità della vita delle persone e i disumanizzati meccanismi di concepimento che non sono all’altezza”.

Quello di ieri era il primo evento organizzato dalla rinnovata Accademia per la Vita: nelle prossime settimane il presidente Paglia in consiglio direttivo valuterà l’andamento dell’Assemblea e i curricula dei nuovi candidati, come pure le attività in sinergia tra PAV, il nostro Dicastero e il Pontificio Istituto teologico per le scienze del matrimonio e della famiglia.