06 agosto 2018
Dublino: Cardinale K. Farrell

La famiglia speranza per la Chiesa e per il mondo

È il titolo del contributo del cardinale Farrell al corposo Dossier di Vita Pastorale preparato in vista dell’Incontro mondiale delle famiglie a Dublino

Se “la famiglia è una fabbrica di speranza, la cosa più bella che ha fatto Dio”, come si espresse papa Francesco a Philadelphia, allora è nel segno della bellezza e della gioia dell’amore (Amoris Laetitia) ciò che “la Chiesa desidera annunciare al mondo attraverso la famiglia: la reale possibilità per ogni uomo di vedersi manifestare questo amore per poter credere e crescere nella certezza che qualcuno lo ha amato e continua ad amarlo ogni giorno della sua vita”.

Il Cardinale Farrell indica lo specifico della fede cristiana in merito al matrimonio e alla realtà familiare: “La famiglia non è un’istituzione cattolica, ma una dimensione antropologica che appartiene a tutte le società e a tutte le religioni. Ciò che la fede cristiana aggiunge alla realtà familiare è la consapevolezza della sua specifica missione nel mondo grazie alla presenza di Cristo nel sacramento nuziale”. Dalla famiglia i beni capaci di generare relazioni virtuose nella società, a partire dalla stabilità, e nel mondo del lavoro.

Se “il capitale familiare è alla base delle virtù sociali”, allora la famiglia costituisce il primo fattore di umanizzazione delle persone e della vita sociale”.