01 settembre 2018
Chiese locali

Monsignor Nguyễn Năng: “La vita cambia, ma la ‘vera natura’ del matrimonio no”

L’impegno della chiesa vietnamita per giovani e famiglie
Vietnam.jpg

“Separazioni, divorzi e nuclei ristretti sono sempre più frequenti”. È l’allarme lanciato da monsignor Joseph Nguyễn Năng, vescovo di Phát Diệm, in merito alla situazione in Vietnam dove, spiega, “le persone hanno ormai una visione differente della vita e delle loro abitudini. Il materialismo esercita un’influenza negativa e nelle famiglie sembrano mancare la gioia e le risate”.

Di qui l’invito, rivolto a ogni famiglia cattolica, “a pregare Dio ogni giorno”. “Dovete calmarvi e distinguere ciò che è giusto da quello che è sbagliato. Quando sarete pazienti nella preghiera, troverete la felicità. La vita cambia, ma la ‘vera natura’ del matrimonio no”, ha concluso.

L’impegno per la famiglia è tra le priorità nel Paese: l’arcidiocesi di Saigon, ad esempio, rivolge particolare attenzione anche ai frutti del matrimonio: i figli. Padre John Lê Quang Việt, responsabile per il ministero dei giovani, a tal proposito afferma: “I ragazzi sono in grado di sviluppare iniziative e attività pastorali, se nelle parrocchie si verificano le condizioni ed i programmi opportuni. In questo contesto sociale, tuttavia i giovani sono spesso confusi dal ‘mondo virtuale’. Di conseguenza, sono spesso vittime del sesso prematrimoniale, dell'aborto e del divorzio”.

“I giovani hanno bisogno di essere illuminati da quattro principi della Dottrina sociale della Chiesa cattolica – afferma padre John – Essi sono: persona umana, bene comune, solidarietà e complementarietà. Questi quattro valori di dignità aiuteranno i giovani a pregare in modo diligente e a prender parte ai sacramenti, affinché possano ricevere le grazie di Dio”.