Bambini

“I bambini incontrano il Papa”: il racconto del cammino sinodale fatto dai bambini francesi al Dicastero

Una delegazione di bambini de L’Action Catholique des Enfants francese e i loro accompagnatori hanno fatto visita al Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, in occasione dell’incontro con il Santo Padre
ACE_Dicastero_1.JPG

 

Sono più di settemila i bambini che hanno risposto all’invito del Santo Padre ad incontrarlo in Vaticano il 6 novembre 2023, riempiendo l’Aula Paolo VI di voci, canti e cartelloni colorati. Giunti da 84 Paesi di tutto il mondo, vi erano bambini anche dalla Palestina, dalla Siria e dall’Ucraina, paesi in cui in questo momento, come ha detto il papa, si “soffre tanto”. L’Action Catholique des Enfants (ACE) era presente con una delegazione di 27 bambini, tra gli 8 e i 12 anni, con i loro accompagnatori, provenienti da diversi paesi della Francia quali Nantes, Lilles, Bordeaux, Châteauroux, Fameck e Strasbourg.

“Le Grand Débat”: il percorso sinodale intrapreso dai bambini dell’ACE in Francia

In questa occasione, l’ACE ha chiesto un incontro presso il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, per dare la possibilità ai bambini di raccontare come hanno contribuito al cammino sinodale, di presentare una sintesi del loro lavoro a dei rappresentanti della Curia Romana e riceverne un riscontro. “Le Grand Débat” è il nome di questo percorso che, da settembre 2022 a marzo 2023, ha coinvolto 1400 bambini dei “club” dell’ACE di tutta la Francia e ha portato a scegliere il loro tema pastorale per il triennio 2023-2025: « Cœurs connectés, tous reliés » (Cuori uniti, tutti uniti). Fra gli accompagnatori erano presenti la presidente, Thérèse Dubreil; l’assistente spirituale nazionale, padre Jean Bernard; Agnès Willaume, membro del team nazionale.

Papa Francesco conta sui bambini per costruire fraternità e pace

Il Segretario, il dott. Gleison De Paula Souza, ha accolto i bambini ricordando quanto Papa Francesco conti su di loro per la promozione della pace nelle loro famiglie e tra i coetanei.

Il Sotto-Segretario Gabriella Gambino, dopo aver ascoltato gli interventi dei bambini, si è complimentata per la bellezza delle loro riflessioni e l’importanza dei contenuti da loro evidenziati, gli stessi che probabilmente sarebbero risuonati nel pomeriggio in Aula Paolo VI, così ben sintonizzati con i pensieri che in varie occasioni il Santo Padre ha espresso: la chiamata di ciascuno a costruire la fraternità, la pace, a custodire il creato, ad amare chi ci sta accanto con il perdono.

La formazione necessaria per accogliere una vocazione e per camminare insieme

Un accenno è stato poi fatto alla responsabilità degli adulti nel formare i bambini e i giovani e nell’annunciare loro l’importanza di saper ascoltare e accogliere la chiamata di Dio nella loro vita. Una chiamata che potrà essere un giorno alla vita religiosa oppure alla vita familiare, ad un matrimonio. Preparare i bambini all’idea di un matrimonio come vocazione, ad un matrimonio felice, è l’obiettivo degli Itinerari catecumenali per la vita matrimoniale, il documento del Dicastero che è stato brevemente presentato come strumento educativo e di formazione anche per gli educatori della ACE.

Con questo incontro – ha concluso il Sotto-Segretario – il Dicastero ha voluto sottolineare la disponibilità e la volontà della Chiesa di mettersi accanto ai bambini e camminare con loro, con l’auspicio che l'entusiasmo e la capacità di accogliersi e ascoltarsi a vicenda sia un costante monito per gli adulti.

09 novembre 2023
Leggi anche...
00373_27112023.jpg

I giovani dell'IYAB incontrano il Papa

  Nei giorni scorsi, al termine del loro ...

 Leggi tutto >