Famiglia

Lavorare in rete sulla qualità delle relazioni familiari, per una cultura dei legami

A Città del Messico, l’incontro della rete internazionale degli Istituti Universitari della Famiglia-REDIUF
Messico_REDIUF_6.JPG

 

Si è concluso mercoledì 26 giugno, a Città del Messico, il Congresso “La salute relazionale nei vincoli familiari” organizzato dalla Rete Internazionale degli Istituti Universitari della Famiglia (REDIUF) e dalla Rete degli Istituti Universitari Latinoamericani della Famiglia (REDIFAM), patrocinato dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita e ospitato dall’Università Anáhuac.

Gambino: una rete per consolidare un pensiero cristiano sulla famiglia che arrivi alle nuove generazioni

La REDIUF è la rete internazionale costituita durante l’Incontro Mondiale delle Famiglie di Dublino nel 2018, su iniziativa del Dicastero per i Laici la Famiglia e la Vita, che raccoglie ad oggi più di 30 istituti e centri universitari della famiglia da tutto il mondo. La REDIFAM, che raccoglie a livello regionale tutti gli Istituti dell’America latina, partecipa alla REDIUF. Si tratta non soltanto di un gruppo di esperti accademici, ma di una realtà ecclesiale nata per rispondere all’esigenza di una migliore formazione degli operatori della pastorale familiare. La Rete è quindi un servizio ecclesiale per dare una risposta concreta a questa esigenza formativa, che è emersa dai contatti tra il Dicastero e le Conferenze episcopali. Occorre “condividere esperienze, conoscenze, metodologie e ricerche” che aiutino ad affrontare insieme le “sfide che mettono in gioco la sussistenza della famiglia cristiana e dei valori legati alla trasmissione della vita umana”. In questo modo, si può “creare un flusso di pensiero cristiano che sia tangibile, condivisibile e soprattutto comunicabile dalle università a coloro che formano i laici nella pastorale familiare” per farlo giungere alle nuove generazioni. Con queste parole la Prof.ssa Gabriella Gambino, Sotto-segretario del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, ha salutato i 60 docenti e ricercatori della REDIUF presenti al Congresso Città del Messico e i 260 collegati online, nel suo intervento di apertura, il 25 giugno.

Partire dal Family Global Compact per sviluppare una cultura della cura delle relazioni

Il tema scelto per il Congresso corrisponde al primo punto del piano di azione del Family Global Compact, ossia “lavorare sulla qualità delle relazioni familiari”. La Prof.ssa Gambino ha sottolineato che questo programma condiviso di azioni per la promozione della famiglia, lanciato da Papa Francesco lo scorso anno, ha posto all’attenzione della comunità accademica cattolica mondiale e delle Conferenze episcopali la necessità di “sviluppare una cultura del riconoscimento e della cura delle relazioni”, di offrire assistenza e sostegno in situazioni di crisi, di garantire e rafforzare la formazione e la preparazione al matrimonio, di educare all'affettività e alla sessualità sulla base dell’antropologia cristiana e difendere i valori del matrimonio.

Una proposta per lavorare in rete in modo efficace

L’invito rivolto ai partecipanti dalla Sotto-segretario è attuare “tre tipi di impegni diversi, da sviluppare in modo integrato”: la revisione dei programmi di formazione accademica, di corsi e proposte di ricerca; l’apertura a scambi e condivisioni di esperienze accademiche; il confronto con i responsabili della pastorale familiare di diocesi e conferenze episcopali in maniera sistematica. Scambiarsi informazioni, contatti e progetti: questo il punto cruciale, in modo da aiutare i vescovi a “mettere in campo mezzi per formare e accompagnare le famiglie ad essere ‘Chiese domestiche’, soggetti consapevoli nello spazio sociale ed ecclesiale”. Università e ambienti pastorali e formativi possono lavorare insieme per “abbandonare strutture obsolete, modalità di evangelizzazione inefficaci, vecchi programmi di formazione che non danno risposte” e che “non favoriscono più la trasmissione della fede”.

Il Congresso si è articolato nell’arco di due giornate (25 e 26 giugno) seguendo un intenso programma di 14 panel tematici sulle sfide che la famiglia è chiamata ad affrontare oggi per mantenere relazioni sane nell’ambito della maternità e paternità, del matrimonio, dell’educazione, della fraternità, del dialogo intergenerazionale, all’interno della comunità politica e della comunità ecclesiale. Nel corso dei lavori è intervenuto anche il Dott. Leonardo Nepi, officiale del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, il quale ha trattato il tema de L’impegno della Santa Sede nella promozione della solidarietà intergenerazionale.

Assemblee REDIUF e REDIFAM: Montserrat Gas-Aixendri e Lorena C. Bolzon elette Presidenti

Dopo la conclusione del Congresso, nella giornata di giovedì 27 giugno, si è svolta l’assemblea di REDIUF, che ha eletto come Presidente per il prossimo biennio la Prof.ssa Montserrat Gas-Aixendri, docente di Diritto Canonico e direttore dell'Istituto di Studi Superiori sulla Famiglia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Internazionale della Catalogna (Spagna). Nella stessa giornata si è svolta l’assemblea di REDIFAM, che ha eletto come Presidente la Prof.ssa Lorena C. Bolzon, docente di Diritto di Famiglia e Decana dell’Istituto di Scienze per la Famiglia presso l’Universidad Austral (Argentina).

GALLERIA FOTOGRAFICA

03 luglio 2024